Sul quotidiano L’Unione Sarda in data 29 marzo 2011 viene pubblicato per la Provincia di Oristano il seguente articolo che riporto per intero e che spero possa presto ricevere i dovuti chiarimenti che vengono richiesti.

Diserbanti chimici nelle strade. Il Pd: gravi rischi per l’ambiente.

Scoppia il caso dei diserbanti utilizzati dagli operai della Provincia per ripulire banchine, cunette e pertinenze stradali. A sollevare il caso in una interrogazione inviata all’assessore provinciale ai Lavori Pubblici Gianni Pia, i consiglieri di opposizione del Pd Battista Ghisu, Mario Tendas, Roberto Scema, Francesco Federico e Gian Gavino Buttu. “Alcune strade provinciali, ed in particolare nella Narbolia-Milis, Narbolia-Riola e lungo i lati della carreggiata della circonvallazione di Milis sino al bivio per Seneghe, sono state trattate con l’utilizzo di diserbanti”. Secondo i consiglieri in alcuni tratti i diserbanti sono finiti anche nelle proprietà private andando a sconfinare in campi coltivati, oliveti e terreni adibiti a pascolo. “Da diversi anni l’utilizzo di questi prodotti nelle strade è diventata una costante, con effetti deleteri sul paesaggio, e in nome di una semplificazione e riduzione dei costi di decespugliamento e sfalcio delle erbe” vanno avanti. “L’uso di diserbanti comporta un danno per l’ambiente, ma anche per la salute delle persone”. I consiglieri ricordano il regolamento provinciale per l’uso dei diserbantiche prevede “l’utilizzo dei diserbanti lungo i margini delle strade solo in casi eccezionali, quando non è possibile procedere al taglio delle erbe con l’impiego di mezzi meccanici ad esempio in corrispondenza dei guardrail, zone scoscese ed impervie”. Il gruppo del Pd chiede dunque chiarimenti agli assessori ai Lavori Pubblici e all’Ambiente. Chiedono di conoscere i prodotti utilizzati e chi ha programmato le attività di disinfestazione ed effettuato il trattamento con diserbanti.

Purtroppo l’uso dei diserbanti lungo il ciglio stradale in Provincia di Oristano non si limita ai tratti indicati nell’articolo e colgo l’occasione per segnalarne l’abuso anche sulla Tresnuraghes-Sennariolo, sulla Cuglieri-Santa Caterina di Pitinuri, sulla Soddì-Tadasuni e sulla Sedilo-Ghilarza (S.S. 131 dcn), oltre che lungo la Sindia-Suni, quest’ultima , che ricade in parte in Provincia di Nuoro, è stata cosparsa di diserbante per oltre un metro dal ciglio stradale.